Comune di Duino Aurisina | Občina Devin Nabrežina

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Grotta Pocala

L'enorme cavernone di metri 20x15 che costituisce l'ingresso di questa nota grotta si trova al margine destro del sentiero che porta alla Fornace di Aurisina nei pressi di San Pelagio.
Sia il Moser che il Perko - a cui si devono i primi scavi sono concordi nel ritenere il deposito archeologico qui rinvenuto come uno dei pi� ricchi del Carso triestino.
Reperti d'epoca romana, tra cui un'anfora intatta, furono scoperti anche in una cavernetta situata al di sopra della grande volta raggiungibile esclusivamente con mezzi artificiali.
Negli anni'20 vi condusse delle ricerche sistematiche A. Degrassi coadiuvato dal Battaglia; irisultati confermarono la bont� del deposito romano, tra il quale inspiegabilmente vennero reperiti anche un'ansa preistorica e una tibia umana.
Nel 1975, la Soprintendenza Archeologica di Trieste fece nuovi rinvenimento soprattutto nel livello romano che oltre a restituire resti di anfore ed altri recipienti, present� un piano di calpestio con buchi cilindrici di pali, che si presume facessero parte di un recinto, costruito dai pastori che a quel tempo li si rifugiavano.
Altri livelli restituirono manufatti databili dal periodo dei castellieri al mesolitico pi� antico, ad eccezione del neolitico che non � stato riscontrato in nessuna parte della grande caverna.
Interessante � da segnalare ancora il ritrovamento di una mandibola umana in buon stato di conservazione, che ora si trova presso l'associazione XXX Ottobre.