Comune di Duino Aurisina | Občina Devin Nabrežina

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Servizi tecnici - Edilizia e Paesaggio

Due distinti procedimenti: differenziazione tra attività di tutela paesaggistica ed esercizio di funzioni amministrative in materia urbanistico-edilizia.

 L’articolo 146, comma 6 del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i. prevede che “La regione esercita la funzione autorizzatoria in materia di paesaggio avvalendosi di propri uffici dotati di adeguate competenze tecnico-scientifiche e idonee risorse strumentali. Può tuttavia delegarne l'esercizio, per i rispettivi territori, a province, a forme associative e di cooperazione fra enti locali come definite dalle vigenti disposizioni sull'ordinamento degli enti locali, ovvero a comuni, purché gli enti destinatari della delega dispongano di strutture in grado di assicurare un adeguato livello di competenze tecnico-scientifiche nonché di garantire la differenziazione tra attività di tutela paesaggistica ed esercizio di funzioni amministrative in materia urbanistico-edilizia.

Per eseguire opere esterne che modificano lo stato dei luoghi, di edifici o aree soggette a vincolo paesaggistico (ai sensi e per gli effetti della Parte IIIa del D.Lgs 42/04), o nei casi in cui si intenda realizzare interventi che possono arrecare “pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto di protezione” (art.146 D.Lgs.42/04), i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di beni vincolati, devono presentare la richiesta di autorizzazione paesaggistica con il progetto degli interventi che intendano intraprendere, corredato della prescritta documentazione.

L'Autorizzazione Paesaggistica non è prescritta per gli “interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di consolidamento statico e di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici. [...] (art.149 D.Lgs.42/04): in questi casi il tecnico incaricato potrà inoltrare una dichiarazione con la quale assevera che l'intervento da realizzare “non comporta alterazione dello stato dei luoghi e dell'aspetto esteriore degli edifici” allegando adeguata documentazione fotografica ed una relazione tecnica descrittiva delle opere da effettuare.

SI RAMMENTA CHE L'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA NON ABILITA ALL'ESECUZIONE DELL'INTERVENTO, in quanto costituisce atto distinto e presupposto alle D.I.A. (Denuncia di Inizio Attività) ed ai permessi di costruire. I LAVORI NON POSSONO ESSERE INIZIATI IN DIFETTO DI ESSA.

Si sottolinea altresì che la procedura di rilascio dei provvedimenti paesaggistici non comprende l'esame di carattere tecnico-giuridico degli interventi proposti, pertanto dovrà essere cura del professionista incaricato effettuare anche la verifica di conformità del progetto a norme e regolamenti vigenti.

L'autorizzazione è valida per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione.