Pallotta ritira la Bandiera di Città del Vino 2022

Alla Convention nazionale d’Autunno delle Città del Vino in corso a Barolo, il Sindaco di Duino Aurisina Daniela Pallotta ha ricevuto dalle mani del Sindaco della città piemontese, Renata Bianco, la bandiera di Città del Vino 2022.

 

Alla Convention nazionale d’Autunno delle Città del Vino in corso a Barolo, il Sindaco di Duino Aurisina Daniela Pallotta ha ricevuto dalle mani del Sindaco della città piemontese, Renata Bianco, la bandiera di Città del Vino 2022.

Un passaggio di consegne simbolico che avvicina Duino Aurisina all’importante appuntamento che contraddistinguerà tutto il 2022, con un fitto calendario di eventi.

“Vinificare i nostri territori è un atto eroico - ha dichiarato Daniela Pallotta durante l’evento - quando da noi si scava una cantina lo si fa nella pietra, quando si coltivano le viti lo si fa su un terreno carsico. Questa difficoltà, questa storia, questa passione i nostri vini la raccontano magnificamente, quasi fossero poesia in bottiglia. Duino Aurisina non è da sola in questa avventura ma la condivide con tutte le Città del Vino del Friuli Venezia Giulia, una terra crocevia di storie, lingue e culture diverse. Vivremo il prossimo anno raccontando tutte queste realtà, tutte queste storie, forti di un connubio tra tradizione e innovazione che rende così speciali i nostri prodotti vitivinicoli“.

La candidatura di Duino Aurisina è condivisa con tutte le città del vino del Friuli Venezia Giulia, da qui la numerosa delegazione arrivata in Piemonte, con Pallotta e Romita erano infatti presenti anche Tiziano Vetturini, Coordinatore Associazione Città del Vino FVG, Daniele Sergon, Sindaco di Capriva del Friuli, Maurizio D’Osualdo, Assessore del Comune di Corno di Rosazzo, Ilaria Peloi, Assessore del Comune di Casarsa della Delizia,  Lara Tosolini, Consigliere comunale di Cividale del Friuli, Elisabetta Mereu, Presidente della Pro Loco Mitreo e gli “Ambasciatori del Vino” Gianpiero Colecchia e Giorgio Cattarin.

“Raccogliere il testimone da un’eccellenza nazionale come Barolo e aver conquistato il titolo di Città del Vino 2022 - ha concluso Pallotta - è stato il frutto di un enorme lavoro di squadra. Un ringraziamento va all’Assessore al Turismo Massimo Romita, che ha coordinato con passione questo progetto, ma anche al Presidente Venturini e a tutti i colleghi Sindaci e Amministratori delle città della Regione che ci hanno affiancato in questa candidatura e che faranno con noi questa magnifica esperienza lungo tutto il prossimo anno”.