Pipan: "Al via i lavori di ripristino della strada per Ceroglie"

Partiranno lunedì 22 novembre i lavori di ripristino della strada per la frazione di Ceroglie. Lo annuncia l’Assessore ai Lavori Pubblici della Giunta Pallotta Lorenzo Pipan

Partiranno lunedì 22 novembre i lavori di ripristino della strada per la frazione di Ceroglie. Lo annuncia l’Assessore ai Lavori Pubblici della Giunta Pallotta Lorenzo Pipan, che spiega: “avevamo promesso alla cittadinanza che i lavori sarebbero partiti entro l’anno e siamo felici di aver centrato questo risultato per il quale ringraziamo in primis la protezione civile regionale. Lunedì la ditta incaricata aprirà il cantiere che risolverà il problema causato dal cedimento del muro di contenimento e restituirà agli abitanti della frazione una via di accesso all’abitato completamente percorribile, più larga della precedente e totalmente sicura. I lavori dovrebbero concludersi entro 90 giorni, compatibilmente con le condizioni meteo della stagione”.

L’intervento si era reso necessario per il crollo di parte del muro di sostegno della strada, con l’esposizione anche di alcuni sottoservizi, in particolare l’acquedotto che era pertanto a rischio. I rilievi tecnici poi eseguiti hanno appurato come in diversi altri tratti i muri in pietra a sostegno della viabilità presentino situazioni di grave dissesto statico.

I lavori che verranno eseguiti ora prevedono la realizzazione di terrapieni in materiale inerte di rinforzo alla strada, senza quindi l’utilizzo di cemento armato. Soluzione questa che consentirà di demolire i muri esistenti ed ammalorati, non più a norma, sostituendoli con una barriera stradale di sicurezza in legno e acciaio.

“Si tratta di un intervento da circa 250mila euro - aggiunge Pipan - coordinato dalla Protezione Civile della Regione, che abbiamo coinvolto da subito e che ringraziamo nuovamente per la celerità con cui, come sempre, è intervenuta. In fase di stesura del progetto è stato tenuto in piena considerazione anche il contesto ambientale e paesaggistico circostante, in modo che i nuovi manufatti si inseriscano in maniera armonica nel contesto della zona, con la piantumazione anche di essenze vegetali autoctone.

La strada attualmente è interdetta alla circolazione e verrà riaperta al traffico al termine dei lavori.