Villaggio del Pescatore: inaugurata la nuova piazza a "Km Zero"

Un’opera a “chilometro zero”, concepita e realizzata con una particolare attenzione al talento, alla storia e ai materiali locali: è questa la nuova Piazza del Villaggio del Pescatore, inaugurata oggi dall’Amministrazione Pallotta.

 

Un’opera a “chilometro zero”, concepita e realizzata con una particolare attenzione al talento, alla storia e ai materiali locali: è questa la nuova Piazza del Villaggio del Pescatore, inaugurata oggi dall’Amministrazione Pallotta.

“La nuova piazza potrà essere il cuore del rilancio del Villaggio del Pescatore - ha commentato il Sindaco Daniela Pallotta - grazie all’ottimo lavoro fatto dall’Assessore Pipan nel coordinare e sviluppare questo progetto oggi inauguriamo uno spazio che accoglierà cittadini e visitatori, manifestazioni e opportunità. Sarà una piazza viva in cui anche i bambini potranno tornare a giocare come facevano un tempo, in totale sicurezza e dando anche calore e allegria. Questo luogo dovrà significare aggregazione per questa comunità, legame tra le persone e con il territorio, e allo steso tempo favorire nuove possibilità per il futuro legate alla grande vocazione turistica del Villaggio del Pescatore”.

“Nel dare nuova vita a luoghi come questo - spiega l’assessore ai lavori pubblici, urbanistica e patrimonio Lorenzo Pipan - abbiamo voluto valorizzare quello che il nostro magnifico territorio offre: questa piazza è stata progettata dall’Architetto Paolo Giangrande, originario proprio del Villaggio del Pescatore, i lavori sono stati completati da una ditta di Trieste e i marmi utilizzati provengono, ovviamente, dalle cave di Aurisina. Questo approccio a “km zero” ha avuto successo ed è frutto di una precisa linea che abbiamo scelto, nella convinzione che queste opere possano anche essere vetrina e orgoglio per le eccellenze locali, un approccio questo che riproporremo anche nella piazza di Aurisina. Il concetto della nuova Piazza del Villaggio del Pescatore vuole richiamare un approdo e con esso la storia di questo luogo: i parcheggi per le auto ad esempio sono disegnati come moli galleggianti in cui più che parcheggiare l’auto si potrà “ormeggiare”.

Oltre ai lavori eseguiti sono previste ulteriori migliorie, verranno infatti prossimamente installati dei pergolati a copertura della zona pedonale, per i quali sono già stati stanziati i fondi necessari. Una zona pedonale che è stata progettata e predisposta per essere polifunzionale e poter accogliere feste e manifestazioni.

 

Un intervento concluso in tempi rapidi nonostante alcuni imprevisti, come spiega sempre l’Assessore Pipan: “La pandemia ha tirato il freno a mano su tantissimi aspetti, tra cui anche l’esecuzione dei lavori pubblici. Nonostante questo, dopo aver ricevuto il decreto del finanziamento dei fondi siamo riusciti a completare quest’opera in un tempo relativamente rapido per un investimento di oltre 600mila euro come questo. Durante i lavori è inoltre emerso che la rete idrica sottostante versava in pessime condizioni, era di fatto fatiscente. Ci siamo immediatamente confrontati con il gestore, AcegasApsAmga, che ci ha dimostrato come sempre una piena e propositiva collaborazione. Abbiamo quindi unito i due lavori, la piazza e il rifacimento delle condotte, allungando di qualche mese il cantiere ma di fatto rinnovando tutta la rete sottostante scongiurando il pericolo di dover intervenire nuovamente in un prossimo futuro, un’economia di scala quindi che ha reso il progetto più completo. Oltre a questo ringraziamento voglio estenderne un altro nei confronti degli uffici comunali dei lavori pubblici, la pandemia ha reso il loro lavoro estremamente complesso ma la loro ottima professionalità ci ha consentito di inaugurare oggi questa nuova piazza e ci permetterà presto di dare il via a numerosi altri interventi”

Il Villaggio del Pescatore è stato inserito dall’Amministrazione Regionale all’interno del tracciato della ciclovia Trieste-Venezia, che si collega poi alla ciclovia Alpeadria, una caratteristica su cui l’amministrazione comunale intende puntare: “Il Villaggio - spiega infine Pipan - potrà diventare snodo intermodale di questa rete, un punto dove i turisti potranno passare dalla viabilità marina a quella ciclabile e pedonale e viceversa. Se agli investimenti pubblici si affiancheranno anche quelli di privati che vogliano puntare su questo approccio, il Villaggio del Pescatore potrà garantirsi un futuro in cui i turisti non lo sceglieranno solo come ormeggio o parcheggio ma, al contrario, si proporranno loro validi motivi per sostare e vivere questo storico borgo”.

La nuova piazza va ad affiancare gli interventi già realizzati dall’Amministrazione Pallotta nell’area e quelli futuri, tra questi la strada di collegamento con l’area della lente fossilifera, in fase di appalto a novembre, l’ultimo tratto della barriera anti intrusione marina, completato entro novembre, la pista ciclabile, che potrebbe partire nella prima metà del prossimo anno, e la strategica rotonda che sostituirà l’incrocio verso Duino con un investimento di 700mila euro.