Prestito Sociale: convenzione tra Comune di Duino Aurisina e ZKB

È attiva la convenzione tra il Comune di Duino Aurisina e ZKB Zadružna kraška banka Trst Gorica – ZKB Credito Cooperativo di Trieste e Gorizia che mette in campo un innovativo strumento di microcredito sociale.

Duino Aurisina, 14 ottobre 2021 - È attiva da oggi la convenzione tra il Comune di Duino Aurisina e ZKB Zadružna kraška banka Trst Gorica – ZKB Credito Cooperativo di Trieste e Gorizia che mette in campo un innovativo strumento di microcredito sociale.

Con questo accordo, le famiglie che si trovano in una situazione di temporanea difficoltà economica, a causa di particolari condizioni personali e familiari nonché dell’emergenza epidemiologica in corso, potranno accedere a un prestito bancario di piccole somme di denaro, per il raggiungimento di specifici obiettivi e la realizzazione di progetti, da richiedere presso le filiali di ZKB di Aurisina e Sistiana.

La convenzione si rivolge ai cittadini che, al momento della presentazione della domanda, sono residenti nel comune di Duino Aurisina e che hanno determinati requisiti di reddito (ISEE non superiore a 45.000,00 €).

Le difficoltà economiche che incidono sulla diminuzione del reddito familiare sono, fra le altre e non esaustivamente, la cessazione/riduzione orario del lavoro subordinato o dell'attività professionale, la malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare, lo stato di disoccupazione o inoccupazione.

Sono ammissibili le richieste, ad esempio, per spese scolastiche o di formazione, per l'abitazione, per bisogni sanitari e/o di benessere psicofisico, per esigenze di mobilità o altre esigenze straordinarie.

Il prestito sociale viene concesso per un importo massimo di 5.000,00 €, con durata fino a 5 anni a cui si aggiunge un preammortamento massimo di 12 mesi. Il tasso d’interesse è il 2% fisso, che verrà coperto dal Comune di Duino Aurisina. Per la gestione del finanziamento, deve essere aperto apposito conto corrente presso le filiali di ZKB sopra individuate.

L’iniziativa è rivolta al sostegno delle famiglie che si trovano in momentanea difficoltà economica – spiega l’Assessore al Bilancio Stefano Battista - cerchiamo di avere grande attenzione per chi ha avuto una flessione significativa del proprio reddito e questa convenzione amplia il ventaglio di interventi e le fasce di popolazione che possono accedere ad un sostegno. Il Comune presterà due tipi di intervento, fornirà la garanzia al prestito e ne sosterrà l’interesse passivo, con le famiglie che quindi dovranno restituire solo il capitale di fatto, per loro, a interesse zero. Il cittadino che ne volesse fare richiesta dovrà recarsi in una delle due filiali ZKB presenti sul territorio, ad Aurisina e a Sistiana, saranno poi la banca e il Comune a coordinarsi per tutte le verifiche del caso”.

Per il Presidente della ZKB TS e GO Adriano Kovačič la matrice cooperativa che caratterizza la Banca e la storica vicinanza alle persone e ai territori, soprattutto nei momenti di difficoltà, dimostra di come s’intreccia l’attività bancaria con una forte e strutturata azione sociale ispirata ai principi cooperativi della mutualità. “La nostra vicinanza alla comunità di riferimento, la solidarietà e la sostenibilità sono i principali punti di forza della nostra ZKB” sostiene il Presidente, “valori che sono anche alla base di questo progetto con il Comune di Duino Aurisina”.

“Non dobbiamo dimenticare il periodo da cui usciamo – ha ricordato il Sindaco Daniela Pallotta – che è stato di grande difficoltà tanto per il comparto produttivo che per le famiglie. Come Comune ci siamo impegnati fin dai primi mesi mettendo in campo iniziative uniche nel panorama regionale, abbiamo iniziato con la consegna delle mascherine a ogni nucleo familiare e poi abbiamo proseguito con modifiche alla TARI, l’occupazione gratuita del suolo pubblico, il supporto per la spesa a domicilio, e ancora l’apertura dell’HUB vaccinale assieme ad ASUGI, i protocolli di accesso in casa di riposo per salvaguardare gli ospiti, fino alle due linee di credito a fondo perduto a supporto delle imprese, la prima da 75mila euro e la seconda da 100mila euro. La ZKB si conferma come sempre pienamente disponibile per aiutarci in questi interventi, e questo in particolare che si rivolge alle famiglie in difficoltà per le quali anche spese minime possono diventare grandi problemi”

“A questa operazione hanno collaborato a stretto contatto gli uffici della ZKB, della ragioneria comunale e anche dei servizi sociali – ha aggiunto Annalisa D’Errico, Consigliera delegata al Welfare – perché oltre allo strumento tecnico c’è un attento monitoraggio per intercettare e sostenere i casi di difficoltà sul territorio. La scelta di fissare il tetto ISEE a una cifra non bassa di 45mila euro va in questa direzione, per aiutare proprio quelle famiglie che hanno subito un calo significativo delle proprie entrate negli ultimi due anni e per le quali, non essendo in situazione di grave difficoltà, non vi erano ancora in atto strumenti capaci di intercettarne le necessità"